Immobiliare, conviene ancora in Italia oggi?

Immobiliare, una grande passione per gli italiani.immobiliare

L’acquisto di una prima casa ha una componente emotiva.

Ne parlo in questo articolo che trovi al link.

In questo articolo vorrei dare invece il raffronto tra un investimento immobiliare e uno finanziario.

La seconda casa ha in passato raccolto le preferenze dei risparmiatori.

Vedere e poter toccare il proprio investimento rassicura sicuramente.

Da sempre visto come un investimento sicuro.

Ma lo è ancora oggi?

Investire grossa parte dei propri risparmi nell’immobiliare va ponderato con razionalità.

Una scelta errata può rivelarsi anche dopo anni.

Quando non è più possibile correggerla.

Costando molto del denaro faticosamento sudato.

Nella mia professione mi è capitato di confrontarmi con tecnici operanti nel settore edile.

Valutavano le alternative finanziarie ad un acquisto di una seconda casa.

Pur da esperti del settore in qualche caso non avevano considerato tutti i costi.

Oltre i rischi relativi ad un investimento immobiliare.

Voglio perciò darti qui una guida passo passo per valutare prima tutti gli elementi.

In modo che ti siano chiari se stai valutando questo tipologia di investimento.

IMMOBILIARE, QUALI I COSTI?

Partiamo dall’acquisto.

Abbiamo una buona somma disponibile e vogliamo investirla.

Come selezioniamo l’immobile?

Cerchiamo fra i privati investendo molto del nostro tempo.

Oppure ci rivolgiamo ad un’agenzia?

Attivandosi in prima persona dobbiamo tener conto che il nostro tempo ha un costo.

Dedicandoci ad altro ricaveremmo delle entrate.

Quello è il nostro costo-opportunità.

Se ci rivolgiamo ad un’agenzia ci costa già un 3% come puoi verificare da questo articolo del sito laleggepertutti.it

Naturalmente più IVA.

Pagando un mese se affittiamo poi attraverso la stessa.

Arriviamo al rogito.

Il notaio ci farà pagare una parcella.

Per un immobile medio pagheremo l’1%.

1600 € su un immobile medio, come puoi verificare da questo articolo di tasse-fisco.com.

Cui vanno aggiunto le imposte.

Se acquisto da privati:

Imposte di registro del 9% sulla rendita catastale moltiplicato 126.

Una casa media in italia ha una rendita catastale di circa 440 €.

5000 € su un appartamento medio italiano.

Da aggiungere anche l’imposta ipotecaria e catastale per 100 €.

Se acquisti da un’impresa:

920€ di imposte varie tra registro, ipotecaria e catastale.

Pagando l’iva al 10% (22% se casa di lusso).

Puoi verificarlo a questo articolo dal blog del notaio Massimo d’Ambrosio di Pescara.

Non avendo incassato ancora nulla.

Dobbiamo ancora trovare un affittuario.

Investendo tempo ad un costo opportunità se cerchiamo in prima persona.

Oppure sacrificando un mese di affitto prima di incassarlo se passiamo da un’agenzia immobiliare.

LE ENTRATE DA SECONDA CASA.

Prima di incassare va registrato il contratto.

Possiamo investire il nostro tempo o rivolgersi ad un professionista.

Nel primo caso trovate a questo articolo di guidafisco.it i passaggi.

Nel secondo caso diciamo che 100 € dovrebbero bastare.

Iniziamo ad incassare gli affitti.

Finalmente una buona notizia.

Ma ogni anno abbiamo le tasse da pagare su quanto ricaviamo dalla locazione.

Tassati a regime ordinario o con cedolare secca al 21%.

Puoi verificarlo a questo articolo di laleggepertutti.it.

Cui vanno aggiunte le patrimoniali annuali  IMU e TARI per 1070 € di media in Italia.

Puoi verificarlo a questo articolo di idealista.it.

E le manutenzioni straordinarie?

Sono a carico del proprietario.

Trovi un esaustivo elenco a questo articolo  di studiolegale-online.net.

Di quanto si riducono le nostre entrate se si ci fossere problemi con la casa.

Se si dovessere fare interventi sull’impianto o si rompesse la caldaia?

Dovremmo accantonare parte delle entrate per questo scopo.

10% dei ricavi può bastare come salvadanaio per uscite future?

I RISCHI DI UN INVESTIMENTO IMMOBILIARE.

Abbiamo visto i costi, ma vi sono anche dei rischi.

Rischi che impattano negativamente sulla possibile redditività del nostro investimento immobiliare.

Affitteremo subito?

Oppure avremmo qualche mese senza entrate relative.

In questo report di mioaffitto.it ci dicono almeno 70 giorni prima di trovare un inquilino.

Più di 2 mesi di affitti non percepiti.

1600 €  di mancata entrate su un appartamento medio.

Se l’inquilino se ne andrà lo sostituiremo in breve tempo?

Magari passerà qualche mese prima di trovare un affittuario affidabile.

Probabilmente passeranno altri 2 mesi o più.

Senza percepire il canone, e pagando nuovamente l’agenzia se ci rivolgiamo a dei professionisti.

L’inquilino ci pagherà sempre?

Può essere difficoltoso recuperare le somme dovute.

Trovi a questo articolo di studioassociatoborselli.it utili informazioni.

Oggi sono nate assicurazioni che coprono questo rischio.

Ne parlano in questo articolo de ilsole24ore.com.

500 € ogni 4 anni è il costo di coprirsi.

E se ci danneggiasse il nostro immobile?

I 3 mesi di caparra sarebbero sufficienti?

Forse meglio coprirsi con uno strumento assicurativo.

Lo spiega in questo articolo il sito assicurazioneideale.com.

Costo 125€ annui ogni anno.

Abbiamo investito quasi tutto il nostro patrimonio in un immobile?

Se necessitassimo di liquidità fra qualche anno dove attingeremmo?

Non possiamo certo vendere un muro o il garage.

IL VALORE INCERTO DI UN IMMOBILE

Siamo sicuri che aumenti di valore della nostra seconda casa?

Veniamo da un decennio di prezzi in discesa.

Negli ultimi 24 mesi i prezzi medi sono in discesa.

Trovi qui sotto il grafico tratto dal sito immobiliare.it.

Dati Immobiliare.it | Immobili in vendita e affitto

Se per gli investimenti dei miei clienti avessi lo stesso grafico non ne sarebbero certo felici.

Abbiamo una popolazione in calo demografico in Italia.

Quali sono i presupposti per cui dovremmo attenderci una rivalutazione del prezzo.

Non tutte le zone sono uguali.

Un immobile al centro di Milano molto probabilmente si apprezzerà nel tempo.

Ma quanto costa acquistarlo?

E dove sono invece la maggior parte degli immobili posseduti dagli italiani?

E INVECE UN INVESTIMENTO SU STRUMENTI FINANZIARI?

Spesso gli strumenti finanziari vengono visti come incerti.

Vero, ma vale anche per il mercato immobiliare.

Come abbiamo visto dai prezzi negli ultimi anni.

Ma con la enorme differenza di essere prontamente liquidabili.

Come si gestisce l’incertezza di un investimento finanziario?

Affrontandolo dandosi obiettivi concreti.

Identificando il perchè stiamo risparmiando.

Lo strumento corretto è conseguenza di ciò.

Varia in base alle nostre esigenze, al nostro profilo di rischio.

Ma soprattutto dal nostro orizzonte temporale di investimento.

Il tempo per cui siamo disposti a impegnare le nostre risorse.

Ne ho parlato in questo articolo, leggilo se non lo hai già fatto.

Investire è un percorso, non un atto.

Un consulente finanziario è una guida lungo questo cammino.

UN SPECIALE REGALO PER TE

Grazie per aver letto questo lungo articolo.

Reader Interactions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter

Rimaniamo in contatto !

Iscriviti alla newsletter per ricevere contenuti esclusivi!

3 Guide subito per te…